Ponte Morandi, molto resta ancora da fare…

GENOVA un anno dopo
Molto è stato fatto
Molto resta da fare

Ad un anno esatto dal crollo del ponte Morandi possiamo affermare che Genova e la Liguria hanno resistito; con orgoglio, con generosità, ma anche con tanta fatica.

Renzo Piano ha regalato un’idea e un nuovo orizzonte per Genova; sta nascendo un nuovo ponte che ha la bellezza e tutto l’orgoglio della nostra terra.

Ma non basta.

Se è vero che è stata realizzata una viabilità alternativa in tempi oggettivamente brevi, è altrettanto vero che il cuore del problema non è stato affrontato.

La Gronda, la viabilità veloce di collegamento est-ovest, pare essere naufragata.

Le sofferenze patite dal porto più importante del Mediterraneo sono ancora tutte da risolvere.

Il confronto e i dibattiti sono sempre utili, le passerelle e le promesse non mantenute meno; servono atti e investimenti.

Accanto a tutto ciò serve la verità sulle cause del disastro, c’è bisogno di capire quali siano le responsabilità e a chi vadano addebitate; senza processi sommari, ma senza sconti e senza scorciatoie. Fiducia quindi nel paziente e prezioso lavoro della Magistratura.

Chiedono Giustizia le 43 vittime che il ponte Morandi un anno fa si è portato via.

La pretende l’intera comunità ligure!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *