Non ci si improvvisa senatori…

Questa la posizione del partito Democratico savonese e del segretario provinciale Giacomo Vigliercio sulle dichiarazioni di Paolo Ripamonti:

“Farebbe bene a essere più cauto nelle dichiarazioni il neo senatore Paolo Ripamonti: la campagna elettorale è finita. E dovrebbe iniziare anche a informarsi e a studiare perché evidentemente non conosce le cose che sono state fatte e i finanziamenti che sono arrivati sul nostro territorio negli ultimi anni grazie al lavoro dei parlamentari Pd”.

“Penso all’Area di Crisi complessa: uno strumento di sostegno e rilancio del nostro territorio che porterà ricchezza e sviluppo economico. Siamo stati i primi a crederci, lavorando con determinazione per ottenere questo grande risultato. Penso ai finanziamenti del piano sport e periferie. Ai comuni della Liguria sono stati riconosciuti oltre 4 milioni e 500 mila euro; in provincia di Savona arriveranno oltre 1 milione di euro e in provincia di Imperia oltre 500 mila euro. Non si tratta di ‘fortuna’ ma di attenzione e presenza sul territorio dei parlamentari che hanno seguito e accompagnato le richieste delle comunità locali e dei loro sindaci”.

Franco Vazio Pd

“Penso ai finanziamenti del Miur per l’edilizia scolastica: alla Liguria sono arrivati quasi 20 milioni di euro di cui più di 4 milioni per la nostra provincia. Penso ai finanziamenti del ministero dei beni culturali di cui, solo per parlare di Albenga, 1,2 milioni di euro per interventi di ristrutturazione del Palazzo Peloso Cepolla, per la realizzazione del museo archeologico subacqueo e per altre aree archeologiche. Un lavoro svolto con serietà e in collaborazione con tutte le amministrazioni locali, indipendentemente dal colore politico”.

“Come vede, senatore, le sue affermazioni gratuitamente polemiche sono smentite dai fatti. Adesso tocca a lei. Così hanno scelto i cittadini. I conti su cosa sarà riuscito a ottenere li faremo tra un po’. Per il bene delle comunità locali speriamo che il filotto leghista, come lo ha definito, sia in grado di proseguire nel tutelare i nostri interessi, ma attenzione: non ci si improvvisa, perciò buono studio e buon lavoro senatore Ripamonti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *