No ad alleanze con chi ha preso in giro i cittadini

Ecco il mio intervento ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia”, condotta da Gianluca Fabi e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Vazio (PD): “No alleanze con chi ha imbrogliato i cittadini. L’Ue è preoccupata perché M5S e Lega fanno i venditori di fumo e non hanno senso dello Stato. Travaglio ora dice che il reddito di cittadinanza non si può fare, perché non l’ha scritto prima delle elezioni?”.

Situazione PD. “Non c’è la necessità di eleggere solamente un segretario –ha affermato Vazio-, dobbiamo costruire un progetto all’interno del quale si disegnino i sogni del Paese. Il segretario deve essere la persona che può portare avanti questo progetto. Quale sarà il progetto sarà il vero tema che animerà l’assemblea nazionale di fine aprile”.

Alleanze. “In tutte le situazioni nei Paesi normali chi vince governa e chi perde sta all’opposizione –ha dichiarato Vazio-. Queste dovrebbero essere le regole. Qui mi pare che sia tutto capovolte. Da un lato chi combatteva le larghe intese come M5S e Lega oggi addita il Pd perché non consentirebbe la formazione di un governo. Ma con chi dovremmo farlo questo governo? I programmi sono completamente incompatibili. Senza tenere conto che queste formazioni hanno costruito una parte significativa del loro successo su proposte, non solo irrealizzabili, ma che rappresentavano un vero e proprio imbroglio elettorale. Marco Travaglio ora scrive che l’abolizione della Legge Fornero e il reddito di cittadinanza non si potranno mai fare perché non ci sono le risorse insufficienti. Però lo scrive il giorno dopo le elezioni, perché invece non l’ha scritto il giorno prima? Poi sempre Travaglio dice che M5S e Lega hanno saputo parlare agli ultimi. Non mi pare sia così, semmai hanno imbrogliato gli ultimi. Un sostegno a un governo di Lega o di M5S per il Pd è assolutamente impensabile ad oggi”.

WhatsApp Image 2018-02-16 at 20.27.14

Sostegno ad un Governo del Presidente? “Non dobbiamo saltare passaggi istituzionali –ha affermato Vazio-. Oggi ci sono due formazioni politiche che dichiarano di aver vinto le elezioni, anche se per me vincere le elezioni significa avere i numeri per governare. Ma dato che loro sono convinti di avere i numeri, ci sono dei passaggi istituzionali da fare. Se ci fossero le condizioni per governare, le ipotesi di un governo di scopo o del Presidente sarebbero inopportune. Chi ha vinto le elezioni deve assumersi la responsabilità del governo e chi le ha perse deve fare opposizione. Mescolare queste carte significa non tenere conto di chi ha vinto e di chi ha perso”.

Di Maio accusa Padoan di avvelenare i pozzi. “Uno avvelena i pozzi quando fa degli atti che rappresentano dei pregiudizi per coloro che rimangono –ha dichiarato Vazio-. Io credo che tutto si possa dire tranne che Padoan stia costruendo pregiudizi ad un futuro governo di Salvini o dello statista Di Maio. Il punto è che il mondo economico e l’Europa sono preoccupati non di uno stallo di 3 mesi, ma delle proposte economiche che vengono messe. Manifestare preoccupazione è avvelenare i pozzi?Oppure è sinonimo di irresponsabilità dire con leggerezza che sforeremo il tetto del 3% come ha fatto Salvini? Credo che bisogna essere un po’ più prudenti e avere più senso dello Stato, piuttosto che essere venditori ambulanti o propagatori di fumo. Hanno la responsabilità di governare, non mi vengano a dire che è colpa del Pd se non governano. Adesso compete a loro dare il reddito di cittadinanza e dematerializzare i profughi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *