Maltempo, Salvini e Toti: basta parole, servono fatti concreti

Dove sono finiti i finanziamenti già programmati per la Liguria?

Disastri ambientali con morti, danni e scenari apocalittici

Ma non si può fare proprio nulla per prevenire tutto questo? Si può e si poteva fare molto e molto meglio!

L’Italia e la Liguria tutta sono state nuovamente travolte dal fango e flagellate dalla pioggia e da venti impressionanti. Famiglie distrutte, morti, imprese in ginocchio, spiagge squassate dal vento e dal mare e boschi letteralmente spazzati via. Ma non si poteva fare proprio nulla per impedire o quantomeno mitigare questi danni?

Esisteva una specifica “Unita di Missione” contro il dissesto idrogeologico, una sorta di sezione dedicata e specifica della Presidenza del Consiglio. Esistevano fondi ed importanti finanziamenti. Si potevano ottenere dall’Europa 800 milioni mirati contro il dissesto idrogeologico.

Ma il Governo del cambiamento Lega-M5S ha chiuso l’Unità di Missione e revocato i relativi finanziamenti. Quindi poi ha rifiutato, in modo incomprensibile, quanto si sarebbe potuto ottenere dall’Europa.

Il sottoscritto non ama fare passerelle per farsi fotografare e non fa dichiarazioni in chiave elettorale sfruttando il dolore delle famiglie e delle imprese colpite, magari mandando via mail aiuti “farlocchi” come un vero “procacciatore d’affari”.

Il sottoscritto, lontano dai riflettori, ha sempre cercato di aiutare realmente chi ha subito i danni, mettendo in campo tutte le relazioni e le azioni possibili; e così è stato anche questa volta. Insieme ai sindaci, senza guardare il loro colore politico.

Certo noi liguri conosciamo bene quanto sia inefficiente la Lega, che con il suo assessore regionale all’agricoltura Mai, indecorosamente coperto dal presidente Toti, ha fatto perdere oltre 16 milioni di euro di risarcimenti per danni alluvionali agli agricoltori liguri e di Albenga. Conosciamo bene la capacità del “Governo del Cambiamento” di dire una cosa e fare il contrario, cioè il nulla…

Non mi sarei però mai aspettato di vedere il Ministro dell’Interno Salvini a sorridere di fronte a questi disastri e di ascoltare una sua risposta di “triste memoria” a chi lo criticava… “Me ne frego!”.

Il passato Governo e l’Unità di Missione contro il dissesto idrogeologico avevano pianificato per la Liguria più di 15 milioni di euro, di cui oltre la metà per Albenga.

Il “Governo del Cambiamento Lega-M5S”, dopo aver smontato tutto quello già fatto, ha stanziato invece solo 50 mila euro per tutto il Savonese!

Lo stesso Governo che ha condonato gli immobili abusivi di Ischia e del Centro Italia, lo stesso Governo che vorrebbe spargere fanghi agli idrocarburi venefici sui terreni agricoli di Albenga.
Per tutto ciò esiste una sola parola adeguata: VERGOGNA!!!

Chi ama fare passerelle e pubblicare parole e suoni vuoti per rincuorare le nostre imprese, si sciacqui la bocca e vada a lavorare; di selfie e di sorrisi noi liguri ne abbiamo le tasche piene.

La Liguria ha bisogno di soldi veri e di atti concreti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *