LA LEGGE SULLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE MEDICA

LA LEGGE SULLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE MEDICA

Un traguardo epocale per tutta la sanità

Il testo approvato alla Camera è incentrato su un solido equilibrio che contempera il diritto dei medici e dei sanitari di poter svolgere al meglio il loro lavoro con quello dei pazienti di vedersi tempestivamente risarciti in caso di errori.

Una legge a cui ho lavorato molto in Commissione, come relatore, e poi in Aula insieme ai colleghi della Commissione Affari Sociali e primi fra tutti con l’amico e collega Federico Gelli.

I cittadini saranno maggiormente tutelati.

Garanzia di maggiore trasparenza da parte degli ospedali e delle strutture sanitarie, tempi più stringenti per poter ottenere la propria documentazione clinica e l’istituzione di un fondo ad hoc per i soggetti danneggiati da responsabilità sanitaria.

La responsabilità civile, dopo anni di dibattiti e polemiche, così come in tutti le più moderne legislazioni straniere, diventerà di natura extracontrattuale per gli esercenti la professione sanitaria.

I pazienti, fermo restando la possibilità di agire contro il professionista, potranno indirizzare le loro richieste risarcitorie verso il soggetto ‘più forte’, ossia gli ospedali o le strutture sanitarie senza dover provare la colpa del medico, deducendo solo il danno ed il nesso causale con l’intervento sanitario.

Poiché l’assicurazione diverrà obbligatoria per ospedali e liberi professionisti, i cittadini avranno inoltre la possibilità di esercitare un’azione diretta nei confronti delle compagnie assicuratrici.

Questa è una grande conquista sia per ciò che attiene ai tempi, sia per quanto riguarda la certezza di vedersi risarciti dai danni subiti.

I professionisti, in sede penale, se seguiranno le buone pratiche e le linee guida legittimamente adottate, risponderanno delle loro azioni solo per colpa grave.

Abbiamo restituito la serenità agli operatori medici e sanitari di svolgere la propria professione; essi non avranno più paura di subire azioni civili e penali , senza sapere cosa avrebbero dovuto fare e come potersi difendere.

La professione medica è delicata e complessa ed è interesse di tutti che i professionisti, i chirurghi ed i sanitari possano svolgerla con serenità.

In questo modo riusciremo a dare risposta al problema del fenomeno della medicina difensiva che ha comportato in questi anni un ingente dispendio di risorse per il Sistema sanitario nazionale e soprattutto un danno diretto e pesante per i pazienti che invece di essere curati ed operati tempestivamente erano costretti a peregrinare e subire esami e diagnostiche inutili solo al fine di dare copertura e serenità giuridica agli operatori sanitari.

Ora il testo passerà al Senato, ma siamo assolutamente ottimisti che il testo non sarà stravolto e quindi entro breve anche l’Italia potrà avere una legge in materia sanitaria moderna ed efficace per la tutela dei diritti di tutti i soggetti coinvolti nell’atto sanitario.

Testo approvato dalla Camera dei Deputati buonascuola

Dossier N.129 del Partito Democratico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *