Fondi Lega: il ricorso è vergognoso, Salvini restituisca i soldi

“Ricorrere è un diritto della Lega ma sotto il profilo etico, considerato il coinvolgimento del ministro degli Interni, la cosa è vergognosa”. Lo dichiara Franco Vazio, vice-presidente della Commissione Giustizia della Camera, a proposito del ricorso in Cassazione annunciato dalla Lega contro la decisione del Riesame sul fondi sequestrati.

“Lo è – continua – dopo aver letto la decisione del Tribunale di Genova dove si afferma che ‘siccome la Lega Nord ha direttamente percepito le somme qualificate in sentenza come profitto del reato (…) non può ora invocarsi l’estraneità del soggetto politico”.

“E lo é, soprattutto, alla luce delle parole dell’ex tesoriere Francesco Belsito, che aveva smentito Salvini ricordando con grande nettezza che lo stesso ‘come europarlamentare si occupava di Radio Padania ed era molto attento a ricevere i fondi. In via Bellerio tutti sapevano (dei versamenti in nero ai collaboratori) – Salvini e Maroni – anche Giorgetti, Calderoli’. Insomma, nel momento in cui pare pacifico la corresponsabilità e l’uso delle somme ‘truffate’ da parte della Lega di Salvini, il partito, anziché restituire tali somme, resiste pervicacemente”.

Un partito che prima ha truffato gli italiani e poi ha illecitamente goduto e speso i 49 milioni provento del reato, non può moralmente e non dovrebbe istituzionalmente aggrapparsi agli specchi. I quattrini sono miracolosamente spariti e nessuno sa e dice come sia successo e dove siano finiti. A Salvini, che c’è sempre stato, politicamente non può essere concessa alcuna indulgenza: i 49 vanno restituiti tutti e subito, andandoli a prendere dove sono“, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *