EMERGENZA SANITÀ

EMERGENZA SANITÀ

Consiglio Comunale straordinario di Pietra Ligure di oggi 13 aprile 2016

Serviranno azioni forti ed un’eccezioncameraale coesione del territorio. Impossibilitato ad intervenire perché trattenuto a Roma per motivi istituzionali, ho trasmesso al Sindaco Dario Valeriani la seguente lettera.

Ringrazio il Sindaco per averne dato lettura in apertura dei lavori.



Testo della lettera

Egregio Sig. Sindaco, caro Dario,

in riferimento all’invito in oggetto sono purtroppo a comunicarTi che mi è impossibile essere presente al Consiglio Comunale straordinario di questa sera da Te convocato.

Infatti impegni istituzionali indifferibili mi costringono a rimanere a Roma e quindi mi impediscono di raggiungere Pietra Ligure in tempo utile.

Voglio però sino d’ora confermare il sostegno del sottoscritto a tutte le iniziative che si  vorranno porre in essere per raggiungere gli obiettivi posti con la convocazione del suddetto Consiglio Comunale straordinario.

Ho sempre affermato che l’Ospedale di Pietra Ligure rappresenta un’eccellenza e una straordinaria opportunità per l’intera Liguria e che quindi impone a tutte le Istituzioni il massimo impegno per sostenere e sviluppare i progetti e le scelte che possano garantire il mantenimento dell’altissimo livello dei servizi oggi offerti alla nostra comunità e ai tanti cittadini che frequentano per turismo e lavoro la nostra terra.

Non voglio neppure pensare alla difesa dell’Ospedale, perché ciò presupporrebbe il fatto che qualcuno voglia mettere in discussione il suo futuro: cosa che sarebbe gravissima ed irresponsabile.

È noto che gli Ospedali di Albenga e di Pietra Ligure si integrano e non sono in competizione tra loro.

Il problema è che la politica, troppo spesso, dice cose diverse e confliggenti quando parla ad Albenga rispetto a quando parla a Pietra Ligure.

Oggi peraltro assistiamo ad un cambio di strategia della nuova Giunta Regionale.

Dico con chiarezza che pensare di chiudere l’esperienza pubblico-privata dell’Ospedale di Albenga – facendo languire  ogni soluzione e non assumendo adeguate e coerenti decisioni – e nello stesso tempo non dare impulso alla realizzazione del nuovo Ospedale di Pietra Ligure, ha il significato esplicito di chiudere irresponsabilmente la Sanità nel ponente della nostra Regione.

Il mio timore è che per strizzare l’occhio alla Sanità Lombarda si uccidano i nostri Ospedali.

Se la Regione vuole sostenere e sviluppare la Sanità Ligure a dispetto di quella di altre regioni non deve fare parole; deve subito mettere nero su bianco il mantenimento dell’esperienza Pubblico Privata dell’Ospedale di Albenga, assumendo gli atti promessi da mesi ed ancora neppure abbozzati, e nello stesso tempo deve immediatamente avviare le procedure per la realizzazione della nuova struttura ospedaliera di Pietra Ligure.

Diversamente se, come è avvenuto in questi mesi, saranno solo parole, confuse e contraddittorie, dobbiamo sapere che per dare risposta alle aspettative della nostra comunità serviranno azioni forti e un’eccezionale coesione del territorio e cioè di Enti, Associazioni e Cittadini.

Grazie per il vostro lavoro, grazie per avermi invitato.

Sono ovviamente a Vostra disposizione.

Cari saluti

On. Franco Vazio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *