Dl sicurezza bis, Pd: “E’ fumo per coprire gli insuccessi di Salvini”

“Le audizioni di oggi hanno confermato la distanza siderale tra i fatti e le parole vuote del Governo, tra sicurezza e norme incostituzionali, inutili e contrarie alle convenzioni internazionali che hanno solo il fine di alzare un fumo denso per coprire i risultati fallimentari di un ministro dell’Interno che si occupa solo di selfie e di annunci”.

Lo affermano Franco vazio, Alessia Morani e Carmelo Miceli, componenti Pd in Commissione Giustizia alla Camera, a proposito del Dl Sicurezza bis.

“Anm, Camere Penali, Procuratori della Repubblica, avvocati e professori universitari – spiegano – hanno illustrato la loro preoccupazione per norme in totale contrasto con le convenzioni internazionali, conflittuali e contraddittorie rispetto a norme in oggi vigenti e comunque non risolutive e neppure efficaci rispetto ai temi e alle narrazioni di chi volerle approvare. Il dott. Patronaggio, pm presso la Procura di Agrigento, non solo ha confermato che non esistono agli atti riscontri, intese o collusioni tra Ong e scafisti, ma ha lanciato una preoccupazione circa il fatto che eventuali problemi di sicurezza per infiltrazioni terroristiche possono risiedere al piu’ per gli sbarchi ‘fantasma’, cioe’ fatti con i barchini, che non sono affatto diminuiti e di cui il presente decreto non si interessa”.

“Insomma siamo alle solite: Salvini spara al vento e fa rumore solo per coprire i propri insuccessi” concludono i parlamentari Dem.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *