Crollo ponte Morandi: il governo condivide le parole di Casalino su Ferragosto?

UNA VERGOGNA!!!

Il nuovo, incredibile audio, questa volta sul crollo del Ponte Morandi, conferma e rende definitiva l’inadeguatezza di Rocco Casalino ad essere il portavoce del governo italiano.

Oggi si sa che davanti a un’immane tragedia e alla paralisi di una città, la principale preoccupazione di Casalino non era il dolore di Genova ma le ferie di Ferragosto. Il fastidio e il disappunto del portavoce mettono sullo stesso piano i 43 morti del Ponte Morandi con i due giorni di vacanza saltati a causa del crollo. Testimoniano non solo uno spaventoso cinismo ma anche la totale indifferenza rispetto alla tragedia genovese.

Con quest’ultima vergognosa gaffe si è passato il segno. Dopo aver deriso un giornalista il cui lavoro era a rischio, aver fatto i capricci per un ufficio non abbastanza sfarzoso, aver minacciato i funzionari di un intero ministero, ora Casalino offende anche quei 43 morti per due giorni di vacanza. Il tutto per ben 170mila euro all’anno. Che cosa pensano Conte, Di Maio e Salvini delle parole di Casalino?

Quando è troppo è troppo. Ci aspettiamo l’immediato licenziamento di questo squallido personaggio. Se questo non dovesse avvenire saremo costretti a concludere non solo che il governo, a dispetto degli impegni presi con Genova, ha impiegato un mese e mezzo per un decreto vuoto di soldi, di progetti e di risposte: ma che condivide anche la disumana indifferenza di Casalino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *