CORONAVIRUS – ore decisive per il futuro delle imprese agricole e floricole

Verso la conferma di 500 milioni per il risarcimento dei danni – finanziamenti a tasso 0 –

utilizzo dei miliardi di euro non spesi sui PSR

Le associazioni di categoria delle imprese floricole hanno denunciato solo in Liguria 250 milioni di danni e hanno richiesto risarcimenti con finanziamenti a tasso zero per ripartire.
Sono ore decisive per chiudere sugli emendamenti al DL Cura Italia e sulle misure del nuovo Decreto Legge di aprile a seguito dell’emergenza coronavirus.

Ebbene siamo vicini a veder accolte le istanze del settore e di cui mi ero fatto promotore nelle scorse settimane.
1. Risarcimento dei danni e dei costi di smaltimento con uno stanziamento di 500/800 milioni di euro.
2. Finanziamenti e liquidità garantiti dallo Stato e a tasso zero per tutte le imprese agricole.
3. Utilizzo dei miliardi di euro stanziati dall’Europa per i PSR (Programmi di Sviluppo Rurali) e non ancora assegnati e spesi dalle imprese agricole.

Il Governo, con cui esiste un rapporto permanente, hanno dato massima disponibilità ad ascoltare e ad accogliere queste richieste.

Sono ottimista perché si sta facendo un grande lavoro di squadra, sia in Parlamento, sia con le associazioni di categoria, sia con i nostri sindaci.

Lo abbiamo fatto anche oggi e continueremo farlo nelle prossime ore.

#insiemecelafaremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *