Currently browsing category

Foto e Video

Alassio – Al Don Bosco posa di una piastrella dedicata al Capitano Balbis

10676183_10202949754686797_4822530065736678635_n

10676183_10202949754686797_4822530065736678635_nAlassio. In pieno spirito alassino, riprendendo l’idea di Mario Berrino e del suo Muretto, è stata inaugurata la piastrella commemorativa in onore del capitano Franco Balbis, medaglia d’oro al valore militare, fucilato al Martinetto di Torino 70 anni fa ed ex allievo dell’istituto salesiano Don Bosco di Alassio.

La piastrella è stata posta del cortile-parcheggio del Don Bosco di Alassio. Erano presenti il generale Pastrone, comandante della Regione Militare Liguria, dei generali Odello e Bilotti, del sindaco di Alassio Canepa, del comandante Speranza vicepresidente nazionale della Federazione Italiana Volontari della Libertà che ha coordinato l’evento, dei superiori salesiani don Mancini e don Bruno e degli ex allievi del Don Bosco.10731083_10202949749646671_8271068197642831349_n

Durante la cerimonia è stato letto il messaggio del Presidente della Repubblica e del sindaco di Torino Fassino, e quello di Porcino, Presidente del Consiglio comunale di Torino, città in cui in cui nacque e morì il capitano Balbis.

1911769_10202949747366614_6287874992213737127_nL’onorevole Franco Vazio ha portato il saluto del ministro della Difesa, impossibilitata ad essere presente. Il Prefetto di Savona Nasilicata, impossibilitata ad essere presente, ha inviato il suo saluto.

La presenza degli allievi dell’istituto salesiano che hanno cantato l’inno nazionale e l’orazione ufficiale dello storico professor Pier Franco Quaglieni, anche nella sua veste di presidente alassino della Fivl, hanno dato un particolare significato alla cerimonia che ha visto la partecipazione ufficiale dell’Anpi e di altre istituzioni culturali.

1509240_10202949753166759_3719258191656777028_nLa dottoressa Chiara Spadoni, vicepresidente della sezione Fivl di Alassio, è stata la madrina dell’evento ed ha scoperto tra gli applausi di studenti e pubblico la piastrella.

Inaugurazione Opere Parrocchiali di San Michele Albenga

opere

opereIo c’ero a giocare a pallone da bambino nel “campetto di S.Michele”, quando Salvatore Nicosia “Nico”, Aldo Fontana, Antonio Olivieri ed il Curato don Pietro Stalla ci insegnavano il calcio e a diventare dei bravi “ometti”.

Io c’ero quando, ragazzo, chiedevamo al Parroco Don Damonte uno spazio più grande per giocare e vivere la Parrocchia.

Io c’ero, ed ero Vice Sindaco, quando in Comune ci hanno presentato il progetto del Polo Scolastico Diocesano e delle Opere Parrocchiali .

Io c’ero con il Sindaco Tabbò quando abbiamo combattuto e vinto le diffidenze di molti – politici, insegnati e tecnici – e poi quando abbiamo dato il via libera al progetto con i soli voti della nostra Maggioranza, perché tutta la Minoranza (Forza Italia e Lega) era uscita dall’Aula.

Io c’ero ieri all’inaugurazione, ed è stato bello perché ho ripercorso tanta parte della mia vita.

Il Coraggio della Diocesi e della Parrocchia a volere un Opera così importante consegna ai nostri giovani un luogo bellissimo dove incontrarsi, guardarsi negli occhi e parlare.

Le Opere Parrocchiali non sono cose del passato e che non servono.
Io e molti miei amici, nelle OP abbiamo giocato, abbiamo discusso e a volte litigato, siamo diventati “grandi” e a nostra volta educatori, abbiamo conosciuto le persone che amiamo e con le quali abbiamo costruito il nostro futuro.

Facebook e gli altri Social, sono una piazza virtuale, importantissima per conoscere e capire, ma l’incontro personale e la comunità reale sono insostituibili.

Grazie a tutti quelli che ci hanno creduto e che oggi hanno reso possibile continuare questa storia bellissima.

Grazie fin d’ora a tutti gli educatori che in questo luogo faranno crescere e diventare “grandi” i nostri figli.

Franco Vazio

Premio ALBINGAUNUM 2014

image

image

PREMIO ALBINGAUNUM 2014

Ieri sera al Cinema Ambra, in una sala stracolma, è stato consegnato il Premio Albingaunum 2014 allo scrittore Mauro Corona e il premio Ingauno dell’anno al Prof. Mario Moscardini.
Una serata di grande Cultura, degna di Albenga.
Siamo rimasti affascinati dalle parole del Prof. Gianni Ballabio che ci ha preso per mano e ci ha riportato ai fasti dell’antica Roma Augustea e ai tesori archeologici che ci circondano.
Il Presidente della Giuria, Prof. Pier Franco Quaglieni, con autorevolezza e nettezza, come da suo costume, con un introduzione appassionata e colta, ha ricordato a tutti, non tanto e non solo l’importanza di un premio letterario come Albingaunum, ma soprattutto il valore universale della cultura e della passione alla lettura.
La Giuria, a partire dal Suo Presidente e poi il Prof. Gianni Ballabio, il giornalista Stefano Pezzini, la dott. Maria Vittoria Barroero e Alessandra Segre Zunino hanno consentito alla platea di conoscere e scavar nell’animo dello scrittore, nel suo passato e nei suoi lavori.
Una serata straordinaria stregata da un Mario Corona straripante e straordinariamente vero: franchezza, semplicità e comprensione delle nostre origini per disegnare un futuro degno è sostenibile.
Un grazie a tutti per la splendida serata che ci è stata regalata.
Un pensiero particolare a chi come il Prof. Mario Moscardini non solo ha scritto la Storia di Albenga, ma con modestia e riservatezza, ci fa sentire orgogliosi di appartenere a questa straordinaria Comunità
Ora guardiamo tutti con entusiasmo al 2015, al prossimo Premio, per far crescere nella nostra città la voglia di leggere e la voglia di Cultura.